Menu Principale

Calendario Eventi

Maggio 2019
L M M G V S D
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

STORIA DELL‘ISTITUTO DI BERGAMO 

 

L’Istituto delle “Suore Orsoline in Somasca”, con sede in Bergamo, è una struttura imponente la cui costruzione risale agli anni sessanta (1959).

E’ ubicata nella zona sud – ovest della città, all'interno del quartiere di Loreto e confina con la circonvallazione che mette in comunicazione la parte meridionale della città stessa con la cintura periferica costituita da grossi comuni come Treviolo, Lallio, Dalmine, Stezzano. Sorge in una zona di recente urbanizzazione: il complesso scolastico infatti è stato una delle prime costruzioni degli anni sessanta su un’area prettamente agricola che segnava il confine dell’antica borgata (o quartiere) di Loreto.

La sua ubicazione, a ridosso della collina su cui sorge “Città Alta” e verso la pianura, è quanto di meglio si fosse potuto scegliere quando l’Istituto, su indicazione del Vescovo di Bergamo Mons. Piazzi, trasferì la Casa Generalizia da Somasca in città e diede l’avvio alle strutture scolastiche come risposta alle esigenze di una zona in via di espansione. Così è descritta dal cronista, in occasione dell’inaugurazione avvenuta il 26 maggio 1962.

 

“Un cenno merita la località in cui è sorta questa bella Casa delle Suore Orsoline di Somasca.

E’ un posto veramente incantevole, ad ampio respiro, tuffato nel verde. Sicuramente uno dei migliori della media periferia cittadina (per arrivare all’estrema periferia, su tale direttrice, bisogna raggiungere Longuelo). Saliamo ad ammirare il panorama dalle due aeree, parallele e vaste terrazze che sembrano braccia protese. Ecco, sul colle dirimpetto, la vecchia e maestosa Bergamo: fiera delle sue Chiese insigni, dei monumenti, dei palazzi, della patina che il tempo ha posato sulle pietre. Sembra uno scenario irreale. Ecco la Bergamo moderna, dal ritmo febbrile, che nel suo rapido dilatarsi sommerge la pianura. Ecco, a levante, la distesa dei campi, dei prati, delle ortaglie; e in lontananza i paesi della Bassa, sovrastati dalle torri campanarie. Ecco, lì sotto, il bruno nastro d’asfalto della provinciale per Lecco. Visti dalle aeree terrazze su cui siamo saliti, albe e tramonti sono una cosa stupenda”.

 

In meno di una trentina d’anni “la distesa dei campi, dei prati, delle ortaglie”, ha ceduto il posto a fitte strutture abitative che hanno trasformato la zona in una delle più popolose della città, attraversata, a nord dall’arteria che unisce direttamente il capoluogo alla zona industriale e commerciale di Ponte S. Pietro e della Valle S. Martino; a sud dalla “Briantea” che collega il territorio bergamasco con quello lecchese. 

La struttura scolastica collocata accanto all'Istituto, si colloca quindi vicino a due importanti arterie stradali ed è facilmente raggiungibile sia da nord che da sud per cui la popolazione scolastica affluisce numerosa sia dalla “Bassa” che dall’ "Isola” di Ponte S. Pietro.

In conseguenza di ciò ben presto le richieste aumentano e l’11 Marzo del 1964 la Scuola elementare ottiene la Parifica per cinque classi. Dato l’aumento continuo delle richieste le classi passano da cinque a dieci.

Accanto alla scuola sorgono oggi vasti campi comunali da tennis ed un ampio parco, intitolato alla Beata “C. Cittadini”, dal Comune di Bergamo.

 

Eventi In Corso

Nessun evento